Storia

Quotidiano | Categorie: scienza e tecnologia , Storia

Montecchio, gli “Incontri tra Natura e Storia” svelano i segreti dei reperti in metallo

ArticleImage Venerdì 27 ottobre alle 20,30 la Sala Civica Corte delle Filande ospita l'incontro pubblico "Scienza e archeologia: cosa possono dirci oggi le indagini scientifiche applicate ai reperti in metallo?", evento organizzato dal Museo di Archeologia e Scienze Naturali "G. Zannato" - Sistema Museale Agno-Chiampo nell'ambito del ciclo "Incontri tra natura e storia". Fin di suoi primi usi il metallo è stato un materiale di grande pregio: sapere come estrarlo dai minerali, come lavorarlo e come produrre oggetti era conoscenza di pochi, tramandata quasi sempre in modo orale ed empirico, e i pochi scritti sull'argomento sono spesso criptici e non del tutto capiti.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Storia

Montecchio, conferenza e visita guidata alla scoperta dei dinosauri

ArticleImage Dinosauri italiani e del mondo: questo il titolo della conferenza pubblica organizzata dall'Associazione Amici del Museo Zannato in collaborazione con il Museo Zannato e con il patrocinio della Città di Montecchio Maggiore che si terrà sabato 21 ottobre alle 17 in Sala Civica Corte delle Filande. Il relatore sarà il dott. Cristiano Dal Sasso, studioso notissimo che dal 1991 lavora presso il Museo Civico di Storia Naturale di Milano e che ha fatto conoscere scientificamente la scoperta di "Ciro", il primo dinosauro italiano, proveniente da Pietraroja (Benevento).

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Storia

"Bassano e il Ponte della Vittoria a settant'anni dalla ricostruzione”, un incontro per ricordarne l'anniversario

ArticleImage "Bassano e il Ponte della Vittoria a settant'anni dalla ricostruzione" è il titolo dell'incontro in programma giovedì 3 agosto 2017 alle ore 18.30 nella Biblioteca Civica di Bassano del Grappa, promosso dall'Amministrazione comunale per ricordare l'importante anniversario cittadino.
Il prof. Francesco Tessarolo, relatore dell'appuntamento, ne ripercorrerà la storia, a partire da quando, nella Bassano di inizio secolo, le scelte urbanistiche e la collocazione di un nuovo ponte sul Brenta furono motivo di forti contrapposizioni in città, che solo lo scoppio della Grande Guerra mise a tacere.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Storia, Cultura

Arzignano, Vivi la tua Terra 2017: La Bella va in Filanda

ArticleImage Ultimo appuntamento di Luglio di Vivi la tua Terra 2017 organizzati dalla Pro Loco: Venerdì 28 alle ore 21,00 nel Parco di Villa Brusarosco ad Arzignano, andrà in scena lo spettacolo "La Bella va in Filanda".

Serata con Fiorella Mauri e Luciano Zanonato che, attraverso letture, racconti, musiche d'atmosfera e canti delle filandiere, coinvolgeranno gli spettatori nel clima del lavoro in filanda. Nella nostra Valle le filande tra l'800 e gli anni 20 del '900, con la loro produzione serica, strapparono il primato nazionale alla provincia di Como. Il lavoro in filanda produsse anche una "cultura della filanda" che contribuì a rendere le donne più consapevoli delle proprie capacità e della dignità di lavoratrici.

Ingresso libero al termine un piccolo brindisi di saluto.

In caso di pioggia l'evento si terrà nella Chiesa Restaurata di S. Bortolo.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Storia, Sport vari

Marano Vicentino, in bici per la pace da Marano ad Asiago, per ricordare la Grande Guerra

ArticleImage Partirà sabato un gruppo di maranesi in sella ad una bicicletta per ricordare i luoghi che furono teatro della Grande Guerra. Il gruppo composto da 7 bambini e alcuni genitori porterà la bandiera della pace, partita dall'Ossario del Pasubio e già trasportata a Marano, fino ad Asiago, dove domenica alle ore 10.30 verrà celebrata una messa al Sacrario. Si svolgerà poi una piccola cerimonia organizzata con il locale gruppo alpini dell'Altopiano di Asiago. Le tappe successive saranno Bassano e il Monte Grappa.
La bandiera, che rappresenta la pace, è stata firmata dal sindaco Marco Guzzonato, che, anche quest'anno, ha accolto il progetto con entusiasmo, da Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, dal Gruppo Alpini di Marano e da Don Claudio Rugolotto Parroco di Marano.
Il progetto è dedicato alla commemorazione del centenario della Grande Guerra ed è partito da un gruppo di genitori con lo scopo di sensibilizzare le giovani generazioni sul tema della pace.
" E' importante " dice Simplicio Eberle da tre anni promotore dell'iniziativa ,"poter concretamente vivere con i propri figli questa esperienza che insegna loro il valore della fatica e dell'impegno per raggiungere i traguardi propri e collettivi come la pace. Desidero ringraziare tutti quelli che hanno condiviso con noi la prima tappa e quelli che desiderano esser con noi sabato e domenica. Ringrazio inoltre tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione dell' iniziativa "
"Sosteniamo questa iniziativa da quando è nata, e ci fa piacere che si rinnovi l'impegno di ragazzi ed adulti nel dar vita a questo simbolico ed importante gesto di pace e fratellanza attraverso lo sport e la valorizzazione del nostro territorio" dichiara il Sindaco Marco Guzzonato.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Scuola e formazione, Storia, Cultura

Arzignano, Schegge dimenticate: la drammatica storia dei fratelli Caneva

ArticleImage Venerdì 7 Luglio alle ore 21,00 nella piazzetta di fronte alla Biblioteca Bedeschi, la Pro Loco di Arzignano, in collaborazione col Comune di Arzignano, vi porterà a ripercorrere una storia drammatica e a lungo dimenticata : quella dei Fratelli Caneva. Due di loro, Amleto ed Igino, morirono in un campo di concentramento in Germania mentre Sergio, Jertha, Lino rischiarono la vita durante la Resistenza e, con il loro contributo, ci hanno permesso di vivere in un'Italia libera dalla dittatura. Racconteremo le loro storie e il nostro territorio dopo l'8 Settembre 1943; lo sfascio dell'esercito, i soldati e la popolazione lasciati in balia dei nazisti e dei fascisti repubblichini. Il ricordo sarà ravvivato dai fratelli Adriano e Pierluigi. Questo evento fa parte anche uno dei 4 progetti inseriti nell'Alternanza Scuola Lavoro che anche quest'anno la Pro Loco di Arzignano svolge con il Liceo Da Vinci di Arzignano.

Al termine un piccolo brindisi di arrivederci.

 

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Storia, Cultura

Schio, una mostra per ricordare i 200 anni di Schio Città

ArticleImage Nella ricorrenza dei 200 anni dalla intitolazione di Schio a Città, il Comune ha allestito una mostra al piano terra di Palazzo Fogazzaro: "1817-2017. Schio dalla intitolazione a Città ad oggi" . La mostra ripercorre i momenti più significativi della città negli ultimi 200 anni, soffermandosi sull'origine dello stemma e del nome attraverso i documenti esposti che ne raccontano la storia. Una infografica accompagnerà il visitatore lungo lo scorrere del tempo, sostando nelle pietre miliari di Schio: gli anni '60 e 70 dell'800 in cui la città ha un balzo con Alessandro Rossi, le nuove istituzioni e l'espansione urbanistica legata alla presenza della fabbrica; il 1917, in cui Schio subisce una modifica e uno sconvolgimento delle funzioni per essere diventata retrovia del fronte della prima Guerra Mondiale; fino ad arrivare ai decenni più recenti, con la realizzazione delle aree industriali e la gestione dei relativi servizi. Sono inoltre esposti, per la prima volta dal 2004, periodo in cui furono restaurati, due dei tre dipinti con i vicari vicentini che rappresentano il potere della Serenissima a Schio. Hanno grande valore storico perché sono istantanee dell'epoca e documentano l'omaggio rispettoso che Schio rende ai vicari, nonostante nel suo desiderio di indipendenza, soffrisse di essere subordinata alla città di Vicenza.
La mostra apre il 29 giugno e sarà possibile visitarla fino al 10 settembre.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Libri, Storia, Fatti, Cultura

Valdagno, domani sera il ricercatore Samuele Sottoriva presenterà il suo libro sulla storia industriale della Valle dell'Agno

ArticleImage Appuntamento domani sera 31 maggio alle ore 20.30 a Palazzo Festari con la presentazione del libro del ricercatore Samuele Sottoriva, dal titolo "Energia dall'acqua. Le centrali idroelettriche dell'alta valle dell'Agno". Si parlerà delle centrali idroelettriche dai Marzotto dell'Ottocento in poi. Realizzate dalla Marzotto a cavallo tra Ottocento e Novecento per fornire energia agli stabilimenti di Valdagno e del Maglio, furono un elemento fondamentale per la crescita del Lanificio. Un sistema di piccoli impianti che si sviluppano tra Recoaro e Valdagno, con un profondo legame con il territorio, collegati l'uno all'altro in modo che la preziosa risorsa non venga mai sprecata. Centrali idroelettriche che segnano ancora oggi il paesaggio con le loro diverse opere: briglie di presa, canali derivatori, ponti canali, bacini di carico, condotte forzate, edifici motore. Di ognuna di esse viene qui ricostruita l'intera vicenda: sono descritti gli opifici preesistenti nella zona (mulini, segherie, magli), i progetti originari con le relative planimetrie, le modifiche e le varianti operate, le opposizioni riscontrate, i rinnovi concessi o mancati, le vicende salienti. Fino al recente passaggio di proprietà a Eusebio Energia e Impianti Agno e ai notevoli interventi di riattivazione e ristrutturazione. Arricchiscono il volume due testimonianze e una mappa con la localizzazione degli impianti.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Ambiente, Storia

Arzignano, Valbruna tra storia e leggenda

ArticleImage Un nuovo appuntamento della rassegna Vivi la tua terra della Pro Loco di Arzignano.Per gli incontri Vivi la Tua Terra, organizzati dalla Pro Loco di Arzignano, in collaborazione con il Comune di Arzignano, venerdì 26 Maggio 2017 alle ore 20,30 presso l'Auditorium delle Scuole Medie Motterle la Scuola Primaria di Tezze presenta : Valbruna tra storia e leggenda. I bambini delle classi terza, quarta e quinta, aiutati dalle loro insegnanti, realizzeranno un evento tratto dal libro Storie e Leggende della Terra del Chiampo di Fernando Zampiva. Partecipano alla serata Tono De Marzi e gli alunni dell'Indirizzo Musicale diretti dal Prof. Silvio Cavaliere. Serata ad ingresso libero.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Ambiente, Storia, Fatti, Chiesa, Sport vari

Bassano, sulle strade dei pellegrini di ieri e di oggi

ArticleImage Milioni di passi, uno dopo l'altro, per oltre duemila chilometri, quattro paesi diversi e altrettante frontiere da superare, negli occhi i paesaggi più vari, dal mare della Manica tra Dover e Calais, alle vaste distese della campagna francese e della pianura Padana, fino alle cime alpine del San Bernardo e appenniniche della Cisa. La via Francigena, che da più di dieci secoli attraversa il cuore dell'Europa, è una strada carica di tradizione, le cui origini affondano nell'Alto Medioevo, nel viaggio di Sigerico tra Canterbury e Roma alla vigilia dell'anno Mille, per ritirare dal papa il "pallio", simbolo della sua autorità vescovile. Percorrere la Francigena oggi significa innanzitutto misurarsi con la storia millenaria dell'Europa: non solo quella dei molti pellegrini medievali, le cui tracce restano e resistono nei monasteri disseminati lungo il tragitto, ma anche quella dei crociati partiti per la Terra Santa, dei primi abitanti dei comuni e delle città rinascimentali, dei soldati caduti durante le campagne napoleoniche o nel corso delle due guerre mondiali.

Continua a leggere
<| |>





Commenti degli utenti

Giovedi 28 Settembre alle 07:07 da kairos
In Scandalo concorsi universitari, CUB Veneto: "i rettori si costituiscano parte civile"

Giovedi 21 Settembre alle 17:38 da Kaiser
In Sanità, l'on. Daniela Sbrollini (PD): "prometto battaglia contro il declassamento del Veneto dei servizi di neuropsichiatria infantile"
Gli altri siti del nostro network