Quotidiano | Categorie: Fatti, Economia&Aziende

Viveracqua, consorzio dei gestori idrici del Veneto, alla ricerca di nuove soluzioni per la misurazione dell'acqua potabile

Di Comunicati Stampa Mercoledi 20 Settembre alle 16:06 | 1 commenti

ArticleImage

Viveracqua, il consorzio dei gestori idrici del Veneto, ha coordinato lunedì 11 settembre a Livorno una consultazione di mercato legata al progetto europeo SMART.MET. È stata la seconda di quattro consultazioni organizzate a settembre per la preparazione di una "gara d'appalto pre-commerciale" nell'ambito della misura del servizio idrico e ha coinvolto una dozzina di aziende provenienti da tutta Europa. La riunione di Livorno rappresenta un'occasione di scambio e creazione di reti tra imprese, funzionali alla ricerca delle migliori tecnologie per la misurazione dell'acqua, un'opportunità per i gestori idrici pubblici di confrontarsi con le soluzioni già disponibili o più innovative e di identificare altresì i rischi di mercato che potrebbero compromettere la realizzazione delle soluzioni innovative proposte dai potenziali fornitori. 

Questi incontri aiuteranno a preparare una gara pubblica, entro la fine dell'anno, per ideare contatori tecnologici di acquedotto che permettano sia la telelettura che la telegestione. Lo step successivo sarà lo sviluppo di prototipi da testare poi sul campo.
Il progetto Smart Met è nato nell'ambito del programma di ricerca europeo Horizon2020 ed è finanziato dalla Commissione Europea - DG Connect quale unico progetto che in tutta Europa nel 2016 ha ottenuto valutazione positiva e relativa assegnazione del contributo. L'obiettivo è sviluppare un nuovo sistema "smart" di misurazione dell'acqua, efficiente, efficace, interoperabile e basato su standard aperti. Ciò avviene attraverso uno strumento molto innovativo di interazione con il mercato dei produttori: una procedura di appalto pre-commerciale, grazie alla quale le autorità pubbliche possono acquistare servizi di ricerca e sviluppo per elaborare soluzioni che soddisfino le loro esigenze.
L'obiettivo è quello di rendere più efficiente la misurazione dell'acqua aiutando a individuare meglio le perdite, gestire efficacemente le reti, e ridurre il consumo di energia, per fornire un servizio migliore all'utente quando la produzione verrà realizzata in larga scala.
Il progetto SMART.MET sarà attivo fino alla fine del 2020 con un budget di oltre 3 milioni di euro dedicati all'acquisto di servizi di ricerca e sviluppo. I partner del progetto comprendono un gruppo di 7 gestori idrici pubblici provenienti da 5 diversi paesi, che servono oltre 10 milioni di persone, oltre a diversi partner tecnici.
Oltre a Viveracqua, che svolge il ruolo di "lead procurer", ovvero coordinatore della procedura di appalto pre commerciale, i gestori pubblici del servizio idrico in Europa, partner del progetto sono: Promedio (SP), Eau de Paris (FR), SDEA (FR), CILE (BE), Vizmuvek (HU), Hydrobru (BE).
Le prossime consultazioni di mercato in programma si svolgeranno a Bruxelles (Belgio) il 21 settembre e a Budapest (Ungheria) il 27 settembre.

Maggiori informazioni sul sito del progetto:
http://www.smart-met.eu/

[email protected], [email protected]

 

Leggi tutti gli articoli su: ViVErAcqua, Smart Met

Commenti

Inviato Mercoledi 20 Settembre alle 18:13

Ci risiamo, sono all'assalto dell'acqua pubblica, delle nostre fonti, delle nostre sorgenti......Il tutto dicono.... rappresenta una opportunità X (per) i gestori "pubblici" e guadagni privati, pagati dai contribuenti. Dopo un Referendum, raccolsi 6000 firma, il costo dell'acqua è aumentato continuamente, le condutture perdono il 40%, i contatori ormai sono sepolti e illeggibili e questi.....parlano a nome nostro, fatturando tutto ai Vicentini! Amen e mala tempora currunt.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

ieri alle 17:39 da kairos
In Piano lupi, Andrea Zanoni (PD): "Luca Zaia dimostra tutta la sua inadeguatezza"

Lunedi 13 Novembre alle 07:29 da kairos
In Alla manifestazione di EuroStop a Roma Giorgio Langella, Luc Thibault, altri vicentini e "tantissime bandiere di USB, PCI, PRC, Rete dei Comunisti, Rinascimento Socialista..."

Giovedi 28 Settembre alle 07:07 da kairos
In Scandalo concorsi universitari, CUB Veneto: "i rettori si costituiscano parte civile"
Gli altri siti del nostro network