Quotidiano | Categorie: Scuola e formazione, Politica, Fatti

Spazi per gli studenti, Coordinamento Studentesco Altovicentino: "ancora nessuna risposta da parte dell'amministrazione di Schio"

Di Note ufficiali Domenica 24 Dicembre 2017 alle 16:22 | 0 commenti

ArticleImage

"Pochi giorni fa  abbiamo pubblicato un comunicato riguardante la necessità di spazi per i giovani nella città di Schio. In un territorio che conta quasi 5000 studenti è necessario infatti, secondo noi, che vengano messi a disposizione luoghi in cui possano ritrovarsi, autodeterminarsi e creare assieme una collettività nuova; tenendo presente inoltre che a Schio ci sono numerosi spazi inutilizzati cui si potrebbe ridare vita, riqualificando un centro storico che si sta svuotando inesorabilmente", così inizia il comunicato inviato dal  Coordinamento Studentesco Altovicentino, dopo la conferenza stampa tenuta ieri 23 dicembre davanti al Comune di Schio.

"La nota sottolineava anche il fatto che il progetto del Campus - evidenzia il Coordinamento Studentesco Altovicentino -, che dovrebbe essere a misura degli studenti visto che ne sono teoricamente i diretti destinatari, non rappresenta una valida alternativa in quanto i giovani non sono stati sufficientemente coinvolti nella sua ideazione e realizzazione. L'assessora alle Politiche Giovanili Barbara Corzato ha risposto alle nostre dichiarazioni, mistificando completamente la realtà dei fatti. In un settimanale locale dichiara che "gli incontri sono stati fatti", sappiamo però che potevano presenziarvi massimo due ragazzi per ogni Istituto assieme ad alcuni esponenti dei genitori e degli insegnati. Considerando il numero di studenti e studentesse presenti a Schio, ci sembra un tentativo piuttosto debole di coinvolgerli, senza contare che gli inviti sono stati fatti tramite un'email mandata esclusivamente ai rappresentanti d'Istituto: non è esattamente quello che si intende quando si parla di "percorso di partecipazione."

L'assessora continua accusando il Coordinamento Studentesco di non avere voluto prendere parte agli incontri del "Tavolo delle Idee" - prosegue la nota -, che avrebbe coinvolto le associazioni giovanili del territorio, anche se era stato invitato: peccato che a noi non sia mai arrivato nessun invito, e sicuramente non abbiamo mai dato una risposta di questo tipo. Le sue dichiarazioni tirano quindi in ballo la stanzetta Banksy (ex sede del Coordinamento Studentesco) che sarebbe stata concessa "informalmente" dalla precedente amministrazione, mentre quella attuale avrebbe semplicemente richiesto di rendere l'uso esclusivo della stanza "formale". Anche qui l'assessora revisiona totalmente gli eventi: la stanzetta ci è stata tolta su richiesta di un affitto mensile, sminuendo al contempo i progetti e le attività portate avanti all'interno dello spazio."

"Nelle scorse settimane abbiamo partecipato ad un incontro con Barbara Corzato - concludono gli studenti -, proprio sulla questione di un luogo per gli studenti a Schio, durante il quale afferma di averci dato una lista dettagliata dei posti comunali disponibili: si è in realtà presentata totalmente impreparata e nonostante la nostra richiesta di maggiori informazioni entro la settimana successiva, non ci ha più contattati né ha risposto alle nostre telefonate. Tutto ciò dimostra ancora una volta come l'attuale amministrazione comunale non sia intenzionata a dare spazio ai suoi giovani, quanto piuttosto, cerchi di impedire a coloro che tentano di sviluppare socialità, cultura e aggregazione di realizzare i loro progetti."

 


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Mercoledi 27 Dicembre 2017 alle 16:25 da kairos
In Politica, Piero Ruzzante annuncia la nascita del gruppo consiliare "Liberi E Uguali" al posto di Articolo Uno - Movimento Democratico e Progressista

Lunedi 11 Dicembre 2017 alle 17:39 da kairos
In Piano lupi, Andrea Zanoni (PD): "Luca Zaia dimostra tutta la sua inadeguatezza"

Lunedi 13 Novembre 2017 alle 07:29 da kairos
In Alla manifestazione di EuroStop a Roma Giorgio Langella, Luc Thibault, altri vicentini e "tantissime bandiere di USB, PCI, PRC, Rete dei Comunisti, Rinascimento Socialista..."
Gli altri siti del nostro network