Quotidiano | Categorie: Sicurezza, Ambiente

Loc. Tomasoni: i residenti sono al sicuro. Masso pericolante fissato

Di Comunicati stampa Comune di Valdagno Giovedi 7 Dicembre alle 12:18 | 0 commenti

ArticleImage

In località Tomasoni i residenti possono dormire sonni tranquilli dopo che sono state completate tutte le procedure di messa in sicurezza di un grosso masso pericolante di circa 30 t.
Grazie all'intervento di una ditta specializzata, il masso è stato prima imbragato con una rete metallica fissata alla parete e poi stabilizzato con del cemento. La situazione è quindi di completa sicurezza.

Nei prossimi giorni verrà completata anche la verifica dell'intero versante alle spalle dell'abitato, ma dalle prime indiscrezioni non sono emerse ulteriori criticità. Nel corso della verifica è stato comunque effettuato il disgaggio di piccoli frammenti rocciosi instabili.

Nelle prossime settimane, inoltre, la ditta titolare della cava Grolla valuterà anche la possibilità di effettuare una demolizione controllata del masso, mediante l'utilizzo di micro-cariche. Sarà questa un'operazione aggiuntiva che al momento non è prevista nella messa in sicurezza, poiché gli interventi eseguiti hanno già eliminato ogni rischio per i residenti.

«Ringrazio ancora una volta residenti, tecnici e la ditta titolare della cava - ha commentato l'Assessore all'Urbanistica, Michele Cocco - per la pronta disponibilità messa in campo che ha portato a risolvere il problema in meno di 48 ore. Il terreno in cui è stato scavato in emergenza il vallo para-massi a protezione delle case, una volta confermata l'assenza di ulteriori pericoli, sarà ripristinato. I nostri uffici stanno monitorando con attenzione l'andamento dei lavori e la verifica sul versante a monte di loc. Tomasoni.»

Questo un riassunto dell'accaduto:
- il Comune è intervenuto con la massima rapidità, appena avuto notizia dalla ditta e dalla Provincia, ente competente sull'area di cava in cui è localizzato il masso in questione. Il Comune si è subito attivato per controllare e tutelare la sicurezza dei cittadini della vicina contrada e per velocizzare e agevolare le operazioni ordinate alla ditta dalla Provincia stessa;
- l'intervento del Comune si è concretizzato con un'ordinanza del Sindaco per la protezione dell'abitato durante le operazioni di messa in sicurezza, con la verifica della situazione e delle soluzioni adottate, con la definizione della soluzione tecnica del vallo per la protezione dell'abitato durante le operazioni, con un'azione di mediazione presso i proprietari per la disponibilità dei terreni;
- le operazioni tecniche di messa in sicurezza sono iniziate lunedì 20 novembre con l'ancoraggio del masso. I tecnici della ditta e del Comune hanno concordato che, a maggior tutela delle abitazioni, le operazioni di ancoraggio dovessero avvenire dopo la realizzazione di un vallo, così da evitare ogni rischio di movimento del masso stesso;
- la realizzazione del vallo tra il 16 e il 17 novembre ha garantito, durante le operazioni di messa in sicurezza, massima tutela e minore impatto possibile per gli abitanti, evitando la soluzione alternativa di possibili evacuazioni;
- il vallo è stato completato alle 15.00 del 17 novembre, proprio grazie all'azione tempestiva e al coinvolgimento dei proprietari dei terreni, che hanno dimostrato massima disponibilità;
- occorre anche specificare che il masso incombente è stato notato durante una specifica ispezione, in quanto è in una zona non ancora interessata dalle attività di cava;
- infine, è importante ricordare che con questa operazione, il Comune ha richiesto la verifica dell'intera parete, in modo da garantire che non si ripresentino necessità simili nel futuro;
- al termine delle operazioni, entro tre mesi, il vallo potrà essere eliminato e la ditta dovrà ripristinare lo stato dei luoghi.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

ieri alle 17:39 da kairos
In Piano lupi, Andrea Zanoni (PD): "Luca Zaia dimostra tutta la sua inadeguatezza"

Lunedi 13 Novembre alle 07:29 da kairos
In Alla manifestazione di EuroStop a Roma Giorgio Langella, Luc Thibault, altri vicentini e "tantissime bandiere di USB, PCI, PRC, Rete dei Comunisti, Rinascimento Socialista..."

Giovedi 28 Settembre alle 07:07 da kairos
In Scandalo concorsi universitari, CUB Veneto: "i rettori si costituiscano parte civile"
Gli altri siti del nostro network